FARES: Si all’iniziativa sui salari minimi!

26. mar 2014   //   von Kristina Schüpbach   //   Uncategorized  //  Keine Kommentare

FARES_i

Nuovo Argumentario

24. mar 2014   //   von Marco Kistler   //   Uncategorized  //  Keine Kommentare

Un sì all’iniziativa sui salari minimi si traduce in salari giusti che consentono di poter vivere dignitosamente.

Paese tra i più ricchi al mondo, la Svizzera deve il suo benessere all’operosità delle lavoratrici e dei lavoratori. Ciononostante, quasi un lavoratore su dieci guadagna meno di 22 franchi all’ora, vale a dire meno di 4000 franchi al mese (x12) per un lavoro a tempo pieno.

Il fatto che 330‘000 persone lavorino duramente per guadagnare così poco è una vergogna ed è indegno per una paese ricco come la Svizzera. Sono numerose le professioni interessate: la commessa di un negozio di scarpe, l’assistente di volo, il giardiniere e molti altri ancora.

Un sì all’iniziativa sui salari minimi protegge i salari svizzeri dal dumping salariale.
E un sì proteggerà le aziende corrette dalla concorrenza a basso costo.

Pensando solo ai loro utili, alcuni datori di lavoro senza scrupoli fanno pressione sui salari dei loro dipendenti. L’iniziativa sui salari minimi ci permette di fermarli. Infatti, se lo stesso salario minimo viene applicato a tutti, i datori di lavoro non potranno mettere lavoratori stranieri e lavoratori locali gli uni contro gli altri corrispondendo salari da dumping. E la smetteranno inoltre di offrire prezzi inferiori rispetto a quelli dei loro concorrenti.

A trarne beneficio sarebbero tutti: i datori di lavoro che corrispondono salari dignitosi non dovranno temere la concorrenza sleale. I contribuenti non dovranno più sobbarcarsi l’onere dell’assistenza sociale. E le persone con salari molto bassi avranno di più per vivere. Infatti, il salario minimo aumenterà il potere d’acquisto e creerà nuovi posti di lavoro, rafforzando in questo modo l’economia.

Altre Informazioni in italiano

3. mar 2014   //   von Marco Kistler   //   Uncategorized  //  Keine Kommentare

Ulteriori informazioni in italiano riguardo il salario minimo le trovate sul sito dell’ Unia (cliccare qui).




Leserbrief-Newsletter